FAQs

All’interno di questa pagina puoi trovare le domande e le risposte alle domande più frequenti che ogni giorno i nostri clienti ci pongono riguardo l’utilizzo, la manutenzione, la riparazione o rigenerazione delle batterie, dei caricabatterie per muletti, transpallet, motoscope, auto, moto e tanto altro!

Se hai una domanda da porci puoi compilare il modulo sottostante, ti risponderemo il prima possibile e aggiungeremo il tuo quesito nelle FAQs. 

Batterie auto e moto

Le batterie, se non utilizzate o non correttamente custodite/ricaricate per un lasso di tempo che può andare da due settimane a qualche mese, tendono a scaricarsi in quanto, per via della loro composizione chimica, possiedono una resistenza interna che consuma energia anche se l’accumulatore non viene utilizzato. Migliore è la qualità della matteria, maggiore sarà il lasso di tempo prima che questa si scarichi completamente.

Batterie muletti e transpallet

Esistono varie tecnologie applicabili per la carica dei muletti e carrelli in genere dotati di batteria al piombo-acido. I caricabatterie destinati a questa applicazione si possono suddividere in due categorie principali: tradizionali ed alta frequenza (HF). La scelta deve essere effettuata in base alle necessità, al tipo di batteria, all’ambiente in cui verrà installato, al tipo di impianto elettrico disponibile e molto altro. Una volta scelta la tecnologia principale occorre identificare la potenza necessaria per effettuare la carica della batteria. Questo parametro dipende dalla tensione [V] e dalla corrente nominale [A]. Per identificare la tensione basta identificare il dato attraverso l’etichetta applicata solitamente sul cassone. In caso non sia recuperabile, basta moltiplicare il numero di elementi singoli costituenti la batteria per la tensione nominale, ovvero 2 V.

Tensione totale [V] = numero elementi x 2 [V/el]

Per calcolare la corrente nominale del caricabatterie occorre recuperare la capacità della batteria espressa in Ampere ora [Ah]. Questo dato lo si può recuperare sempre attraverso l’etichetta. Qualora non fosse possibile, si può ricavare attraverso la misurazione di un singolo elemento (altezza ,lunghezza, larghezza). I dati ricavati vanno comunicati al produttore che sarà in grado di identificare il caricabatterie più adatto alle esigenze dell’utente.

Hai bisogno di supporto o necessiti di un caricabatterie per il tuo muletto o veicolo elettrico in genere? Puoi contattarci al numero 3515245452 oppure visita la pagina Contatti . Saremo disponibili nel supportarti senza alcun impegno.

Non è possibile dare una risposta univoca a questa domanda, va valutato ogni singolo caso. Quando un elemento si interrompe, generalmente vi é problema originario che ha portato questo in condizioni di lavoro estreme causandone la rottura. In questi casi l’intero accumulatore va esaminato da specialisti tramite appositi macchinari per capirne il motivo della rottura e se é possibile intervenire con una rigenerazione evitando di sostituire l’intero accumulatore. Italbattery fornisce questa analisi gratuitamente, per saperne di più visita la pagina rigenerazione oppure contattaci.

Caricabatterie

Solitamente i caricabatterie tradizionali per le batterie da trazione devono concludere l’intera fase di carica entro 10 ore (questa caratteristica a volte viene modificata). Se non viene raggiunta la tensione finale entro il tempo impostato, il caricabatterie interrompe la carica e notifica all’operatore un’allarme con dicitura “OVERTIME”. Questo può essere dovuto a diversi fattori, tra i più comuni vi è l’interruzione di uno o più elementi, una perdita di efficienza del caricabatterie oppure un problema tecnico dello stesso. Possiamo aiutarti a capire quale sia il tuo problema, vai nella sezione (Contatti) e chiamaci, saremo disponibili nel fornirti supporto gratuitamente.

Category: Caricabatterie

I caricabatterie per carrelli elevatori vanno scelti in base al voltaggio, alla capacità della batteria, al carico di lavoro, al tuo impianto elettrico e molto altro! La scelta del caricabatterie non è banale, per questo Italbattery ti supporta per fare la scelta giusta. Contattaci!

Category: Caricabatterie

Manutenzione ordinaria

Assolutamente no, il rabbocco delle batterie da trazione deve essere fatto con acqua distillata altrimenti la reazione chimica all’interno delle celle può interrompersi irrimediabilmente compromettendone il funzionamento.

Il rabbocco dell’acqua degli accumulatori da trazione dovrebbe essere effettuato al termine di ogni ciclo di carica. E’ sconsigliato effettuare il rabbocco prima della carica altrimenti, durante la gasificazione è possibile che il livello elevato comporti la fuoriuscita di elettrolita con conseguente squilibrio della concentrazione molare.

Rigenerazione

La rigenerazione è un processo particolarmente difficile da effettuare, richiede grande conoscenza ed esperienza sulla chimica delle batterie. In alcuni casi l’accumulatore si trova in una condizione critica o pericolosa che non consente di operare per ripristinarne le caratteristiche elettrochimiche, in altri casi è possibile riportare la capacità fino al 90% rispetto all’ originaria. La buona riuscita della rigenerazione dipende da molti fattori come la qualità degli elementi, lo stato di usura della materia attiva, l’alterazione della concentrazione molare dell’elettrolita, la quantità di solfato generatosi sulle piastre e molto altro.

Category: Rigenerazione

L’analisi della batteria per verificare se è possibile o meno effettuare una rigenerazione, è un servizio che viene fornito da Italbattery senza alcun costo. Per saperne di più visita la pagina rigenerazione oppure contattaci.

Category: Rigenerazione

Scrivici la tua domanda! Ti risponderemo al più presto.

Call Now Button
Open chat
Hai bisogno di aiuto?
Italbattery Chat
Buongiorno!
Hai bisogno di un'informazione?